Gli articoli di Avvocato Patente

Estinto il reato di guida in stato di ebbrezza per lavori di pubblica utilità non ci dev’essere alcuna traccia nel casellario giudiziale.

Cassazione: la recidiva nel reato di guida in stato di ebbrezza. Non può esserci revoca della patente se è pendente un giudizio di messa alla prova.

La Cassazione con sentenza n. 27241/2020 individua gli elementi necessari nel reato di omissione di soccorso stradale ai fini del riconoscimento dell’istituto della particolare tenuità del fatto.

Il rito abbreviato e i suoi vantaggi: come si richiede, che effetti premiali produce e quanto dura secondo il codice di procedura penale.

Inizio dei lavori di pubblica utilità nella guida in stato di ebbrezza: secondo la Cassazione spetta al Pubblico Ministero l’onere di attivare la procedura.

La giurisprudenza di legittimità ritorna sulla nozione di incidente stradale in relazione all’aggravante del reato di guida in stato di ebbrezza.

La Cassazione ribadisce il principio del favor rei applicandolo nel caso di due misurazioni dell’etilometro diverse nel reato di guida in stato di ebbrezza.

La Corte Costituzionale dichiara illegittima la previsione di applicazione della confisca da parte del prefetto se la messa alla prova ha esito positivo.

Come si è arrivati alla dichiarazione di incostituzionalità dell’applicazione automatica della revoca della patente nei casi di omicidio e lesioni stradali.

Il tribunale di Milano riconosce la tenuità del fatto anche per le lesioni stradali gravi: superata la procedibilità d’ufficio del reato.

Page 2 of 4 1 2 3 4

© 2020 Avvocatopatente.it - Realizzato da: Feniceweb.it