Open/Close Menu Assistenza legale in diritto penale della strada

La disciplina che regola lo svolgimento e la procedura di attivazione dei lavori di pubblica utilità trova spazio in più fonti normative. A tal proposito si menzionano oltre al codice della strada, altre due fonti. Il decreto legislativo 274/2000, recante disposizioni sulle competenze del giudice di pace, e il decreto del Ministro della giustizia del 26 marzo 2001. La Cassazione, con sentenza n. 1066/2020, ha stabilito l’onere dell’autorità giudiziaria di dare impulso all’attivazione della procedura di esecuzione dei lavori di pubblica utilità. Tale autorità giudiziaria si individua nella figura del Pubblico Ministero, quale organo incaricato di dare esecuzione ai provvedimenti del giudice.

Che cosa si intende per incidente stradale e quando è integrato? L’unica fonte che fornisce una definizione di incidente stradale è la convenzione di Vienna del 1968. Questa lo ha definito come “un evento verificatosi nelle vie o piazze aperte alla circolazione in cui rimangono coinvolti veicoli, esseri umani o animali fermi o in movimento e dal quale derivino lesioni a cose, animali, o a persone”. Con la sentenza n. 47750 del 2018, il Supremo Collegio è giunto a ridiscutere tale nozione. In particolare, nella decisione del caso oggetto dell’odierno approfondimento, con riferimento al nesso causa-effetto tra l’incidente e lo stato di ebbrezza.

Le misurazioni dell’etilometro diverse che conseguenze possono comportare ai sensi della legge per la guida in stato di ebbrezza? Se le misurazioni ricadono in due fasce alcolemiche punite diversamente, il supremo collegio è concorde nell’applicare il principio del favor rei ovvero la disciplina più favorevole al colpevole.

© 2020 Avvocatopatente.it - Realizzato da: Feniceweb.it